di Giuseppe Panella   www.giuseppepanella.it

Kelsea Ballerini / Kelsea (Black River Entertainment)
Considerato da Rolling Stone come uno degli album più attesi del 2020, Kelsea Ballerini non tradisce i fan con il suo nuovo lavoro. Kelsea è sicuramente il suo disco più autentico e consapevole della sua discografia. Composto completamente da lei, è uno sguardo introspettivo nelle emozioni degli ultimi due anni della sua vita. Usando il songwriting come terapia, esplora di tutto, dall’ansia sociale all’importanza di vere amicizie a nuove prospettive sui vecchi rompicapo fino alla consapevolezza che anche le persone più indipendenti e testarde a volte hanno bisogno di qualcuno. Questa è la prima volta che la cantante ha seguito tutto il progetto, coproducendo ciascuna traccia.

Hultén / Chants From Another Place (K-Scope)
L’oscuro enigmatico cantautore svedese vincitore del Grammy pubblica il suo album da solista di debutto Chants From Another Place. L’ispirazione per questo album è tratta da composizioni folkloristiche di cappella e coro di chiese. In tutto l’album, le storie si intrecciano e le influenze musicali si scontrano mentre Hultén fa paragoni con artisti come Nick Drake, Sufjan Stevens e Fleet Foxes, così come gli artisti folk tradizionali Bert Jansch e John Martyn fino ai suoi contemporanei in Anna Ternheim, Chelsea Wolfe e Hexvessel. Con Chants From Another Place Hultén ha creato un mondo profondamente riflessivo e personale che invita gli ascoltatori a esplorare.

Gordon Lightfoot / Solo (Rhino) Il cantautore più famoso del Canada e la leggenda folk internazionale Gordon Lightfoot torna a quindici anni di distanza da Harmony con il suo nuovo album Solo. In questo disco Lightfoot si mette in mostra nella sua forma più pura, solo in studio con la sua chitarra. Nella realizzazione di Solo, Lightfoot ha scoperto un tesoro di materiale inedito nella sua casa di Toronto. Due cd di canzoni, che ha registrato quasi due decenni fa sono stati nascosti nel suo ufficio, composte tra la fine del 2001 e l’inizio del 2002, poco prima di soffrire di un aneurisma dell’aorta addominale quasi fatale alla fine di quell’anno. Dopo aver scoperto le canzoni, è andato in Grant Avenue Studio nel centro di Hamilton, ON con la sua chitarra per creare questo lavoro meravigliosamente minimale.

Pearl Jam / Gigaton (MonkeywrenchRecords) Con un video annuncio diffuso sui canali social i Pearl Jam hanno ufficializzato il titolo e la data di uscita di Gigaton, il nuovo album di inediti della band di Eddie Vedder. In una nota Mike McCready spiega: “Realizzare questo disco è stato un lungo viaggio. È stato emotivamente oscuro e confuso, alle volte, ma anche un cammino sperimentale ed esaltante verso la redenzione musicale. Collaborare con gli altri membri della band a Gigaton alla fine mi ha regalato grande amore, consapevolezza e coscienza di quanto sia necessaria la connessione tra le persone in questi tempi”. Nella copertina di Gigaton è utilizzata la foto “IceWaterfall” del fotografo, regista e biologo marino canadese Paul Nicklen. Scattata alle Svalbard, in Norvegia, mostra la calotta di un ghiacciaio del Nordaustlandet durante lo scioglimento. In attesa dell’uscita del disco i Pearl Jam hanno pubblicato il singolo in formato 7 pollici dal titolo Dance Of The Clairvoyants.

Sabina Sciubba / Force Majeure (GoldkindRecords/Audioglobe)
Force Majeure è il nuovo album, progetto musicale e teatrale della cantante, attrice e compositrice italo-tedesca Sabina Sciubba, fondatrice, compositrice e cantante della band di culto Brazilian Girls, il cui album New York City è stato nominato a un Grammy Award nel 2008. In Force Majeure sono inclusi 12 pezzi, potenti e sofisticati, nei quali l’elettronica si fonde con la musica barocca e il romantic-punk abbraccia il jazz. Tra le dita di questa artista una Spinetta (un piccolo clavicembalo del 700 in legno) accompagna un Drum-pad elettronico, un pianoforte a coda si mescola a una tromba, il violoncello sfida una batteria. Ospiti internazionali accompagnano Sabina in questa emozionante e travolgente avventura musicale. Il disco è prodotto dalla stessa Sabina e dall’inglese Alistair Chant (PJ Harvey, RokiaTraore, YannTiersen, Giant Sand, M. Ward, She&Him, Mark Ronson, The Kills) e vede la preziosa partecipazione di Riccardo Onori, da anni chitarrista fidato di Jovanotti, e del talentuoso pianista Fabrizio Rat. Force Majeure è anche un’emozionante performance live che ci porta nell’immaginario del subconscio, nell’eterna lotta tra luce e ombra, tra bene e male. Visual e suoni arcaici ricostruiscono la storia dell’esperienza umana.

Tower Of Power / Step Up (Artisty Music)
“Sapevamo che quando saremmo andati in studio, avremmo fatto il miglior disco possibile: il miglior album della nostra carriera. E l’abbiamo fatto. Lo abbiamo portato ad un altro livello”. Così Emilio Castillo, sassofonista tenore e leader dei Tower Of Power, ha presentato l’ultimo lavoro del gruppo. Con Step Up, la band prosegue nel prossimo decennio rinvigorito dall’inserimento di nuovi talenti, in particolare il fenomenale giovane cantante, Marcus Scott che ha sostituito Ray Greene, che qui fa la sua ultima apparizione. Dal debutto della band fino a Step Up, il suono rimane fedele alla visione musicale originale di Emilio.

The Weeknd / After Hours (XO/Republic Records)
Nuovo album per The Weeknd, After Hours, in cui filtra R&B, pop e hip-hop attraversoun’ambiziosalente widescreen. Il disco è stato anticipato dalla title track, un brano dalle atmosfere notturne in cui l’artista ripensa alla sua amata, agli errori commessi durante la relazione, e a quanto sia disposto a cambiare pur di non lasciar più andar via l’amore della sua vita. L’annuncio segue il successo dei primi due singoli, Heartless, che ad oggi conta oltre 163 milioni di streaming su Spotify e 45 milioni di views su YouTube, e BlindingLights, con oltre 359 milioni di stream su Spotify e 33 milioni di visualizzazioni su YouTube. In particolarequest’ultimo è stato certificato disco d’oro, si è posizionato alla #1 della classifica dei brani più trasmessi EarOne per due settimane consecutive.