a cura di Lemani casa –  www.store.lemanicasa.com

 

Dialma Brown nasce nel 2007 dall’esperienza del Gruppo Marchi, leader nel settore cucine. Si impone in breve tempo per il suo stile eclettico e trasversale, capace di combinare arredi che assemblano materiali caldi come il legno e freddi come il metallo e di mixare citazioni diverse accostando, in maniera inaspettata eppure armonica, industrial e vintage, country e provenzale. Grande la capacità di affiancare il lavoro artigianale altamente specializzato a tecniche di produzione all’avanguardia come nella lavorazione del legno, spesso recuperato da baite di montagna o antichi casolari.

Lo showroom è un suggestivo percorso espositivo fra trentacinque ambienti,in cui ci si muove accompagnati da interior designer e progettisti pronti a fugare qualunque dubbio. Particolarmente interessanti le proposte di arredo dei living, concepiti come spazi polifunzionali con zone destinate al relax, allo studio, alla convivialità e arredi dall’impronta inconfondibile. Divani dalle linee geometriche convivono con poltroncine che citano epoche passate, tavoli in legno e metallo stile industrial hanno attorno sedie in pelle nera e vintage (fig. 1). Le forme nette e il colore deciso di sofà e sedie delle zone relax e dining, accostati a librerie dalle linee ondulate e a puf, poltrone e piani d’appoggio di chiaro gusto contemporaneo creano spazi dinamici e ariosi (fig. 2). Divani e poltrone in pelle rivitalizzata con lavorazione capitonné e un importante tavolino in legno massello al centro, piani d’appoggio dalle linee essenziali ai lati,una madia moderna in legno vecchio, una lineare libreria bianca, un tavolo in legno massello associato a sedie da cucina in stile americano e ad una panca in legno di recupero rendono elegante e informale un living tutto da vivere (fig. 3). Mix di stili e materiali possono dar luogo a risultati sorprendenti per calore e accoglienza: basta collegare sedute componibili, librerie in legno di recupero, credenze, tavolini, poltrone in shabby chic o vintage e un grande tavolo rettangolare con piano in marmo (fig. 4). Sempre un tavolo importante con sedute avvolgenti in pelle vintage e metallo, divani e poltrone in legno massello e tessuti dai colori chiari caratterizzano una delle proposte di arredo di uno studio, spazio aperto con possibilità di break rilassante e atmosfera d’effetto ottenuta con l’ausilio di complementi quali cuscini, quadri, vasi (fig. 5).

Particolarissimii singoli prodotti: poltrone che rassomigliano a foglie dal colore verde bosco, armadicon incisioni artistiche come l’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci, librerie in agglomerato di pietra che ricordano il cartone smangiato e ripiani in cristallo. Pezzi unici che, da soli, danno carattere agli ambienti, creando colpi d’occhio davvero sorprendenti. Un mondo, quello di Dialma, fatto di elementi che, liberamente disposti, scandiscono spazi fluidi, poliedrici, luminosi, capaci di interpretare abitudini egusti di chi li abita.